Life Coaching: ‘La comunicazione olistica’ di Veronica Baiocchi

Life coaching un mondo da scoprire

Ci sono sempre giornate migliori e altre peggiori, e ci sono momenti in cui non si è di buon umore, non si trova il giusto ritmo, c’è uno pensiero fisso che ci ronza nella testa.

Così, la nostra finestra sul mondo è appannata da uno stato interiore che non è in equilibrio e ciò comporta il metterci in contatto con l’esterno in modo poco efficace e anche poco autentico.

Come avviene il primo contatto con il nostro ambiente? Che sia la famiglia, gli amici o il lavoro, come ci rapportiamo a loro?
La parola è lo strumento principale con cui si entra in contatto con la nostra rete sociale. Ma non sempre scegliamo le giuste parole e siamo in grado di ‘comunicare’ bene e sinceramente,
proprio per l’influenza che il nostro mondo interiore riflette all’esterno.

La ‘comunicazione olistica’ parte dall’essere prima di tutto presenti a noi stessi e coscienti della nostra esperienza interiore.
Si tratta di riconoscere e mettere insieme tutti gli elementi che in un certo momento caratterizzano il nostro ‘sentirci’ in un certo modo; esplorando i pensieri,
le sensazioni fisiche (es.rigidità, posture) e gli stati emotivi (es. domandandoci come ci sentiamo o visualizzando immagini che in quel momento rappresentano le nostre emozioni).

Quindi per essere buoni comunicatori con l’esterno, occorre familiarizzare con il nostro dialogo interiore e ridurre la ‘distanza’ che c’è nell’’essere dentro’ la nostra esperienza.

In questo modo, essendo più consapevoli di ciò che ci accade, la comunicazione con il nostro ambiente diventa più sincera e trasparente.
Ci possiamo permettere di esprimere più liberamente anche eventuali nostri momenti di disagio che non ci permettono di essere al cento per cento della forma,
rimandando magari appuntamenti e discorsi importanti a momenti migliori.

L’essere ‘presenti’ alle nostre esperienze interiori ci permette inoltre di allenare l’autocontrollo, confinando i nostri disagi e problemi, in modo da non filtrarli all’esterno rovinandone il contatto e la comunicazione.

 

Veronica Baiocchi

Topics

life coaching

Potrebbe interessarti anche